Battaglia di Actium, di Lorenzo A. Castro

In questo dipinto riproducente la battaglia di Actium, il pittore Lorenzo A. Castro riproduce in modo veritiero il clou degli sconti.

Pennellate fiere e colori diligentemente usati regalano la sensazione di trovarsi in mezzo al combattimento.

  • QUALITA’ ITALIANA PER UN EFFETTO MAGNIFICO Stampa realizzata a mano da artigiani italiani su pregiata tela pittorica. Resa fedelissima dei colori e dei dettagli
  • CORNICE PREZIOSA La stampa è accompagnata da una preziosa cornice in legno di faggio intagliata a mano
  • ACQUISTA ONLINE, CONSEGNA RAPIDA E GARANTITA Compra comodamente online. I nostri artigiani realizzano la tua copia esclusiva e numerata. Consegna tracciabile con corriere assicurato espresso.
Svuota
COD: 3E6353FB Categoria:

Descrizione

Stampe di Roma

La battaglia di Azio fu una battaglia navale combattuta tra una flotta marittima guidata da Ottaviano e le flotte combinate di Marco Antonio e Cleopatra VII Filopatore. La battaglia ebbe luogo il 2 settembre 31 a.C. nel Mar Ionio , vicino all’ex colonia romana di Azio , in Grecia , e fu il culmine di oltre un decennio di rivalità tra Ottaviano e Antonio.

All’inizio del 31 aC, l’anno della battaglia, Antonio e Cleopatra furono temporaneamente di stanza in Grecia. Marco Antonio possedeva 500 navi e 70.000 fanti e si accampò ad Azio, e Ottaviano, con 400 navi e 80.000 fanti, arrivò da nord e occupò Patre e Corinto, dove riuscì a tagliare le comunicazioni di Antonio a sud con l’Egitto (attraverso il Peloponneso ) con l’aiuto di Marco Agrippa . Ottaviano in precedenza aveva ottenuto una vittoria preliminare in Grecia, dove la sua marina aveva traghettato con successo truppe attraverso il mare Adriatico sotto il comando di Marco Agrippa . Ottaviano sbarcò sulla Grecia continentale, di fronte all’isola di Corcyra (moderna Corfù) e procedette verso sud, a terra.

Intrappolati sia sulla terra che sul mare, porzioni dell’esercito di Antonio disertarono e fuggirono al fianco di Ottaviano, e le forze di Ottaviano divennero abbastanza preparate da iniziare la battaglia. La flotta di Antonio attraversò la baia di Azio, sulla costa occidentale della Grecia, nel disperato tentativo di liberarsi dal blocco navale . Fu lì che la flotta di Antonio affrontò la flotta molto più grande di navi più piccole e più manovrabili rispettivamente sotto i comandanti Gaio Sosio e Agrippa. Antonio e le sue forze rimanenti furono risparmiate solo a causa di un ultimo disperato tentativo della flotta di Cleopatra che stava aspettando nelle vicinanze.  Ottaviano li inseguì e sconfisse le loro forze ad Alessandria il 1 agosto 30 aC, dopo di che Antonio e Cleopatra si suicidarono .

La vittoria di Ottaviano gli permise di consolidare il suo potere su Roma e sui suoi domini. Adottò il titolo di Princeps (“primo cittadino”) e nel 27 aC fu insignito del titolo di Augusto (“venerato”) dal Senato romano. Questo divenne il nome con cui fu conosciuto in tempi successivi. Come Augusto, mantenne le trappole di un capo repubblicano restaurato, ma gli storici generalmente considerano il suo consolidamento del potere e l’adozione di questi titoli onorifici come la fine della Repubblica Romana e l’inizio dell’Impero Romano .

Come vengono fatte le riproduzioni

Gli artigiani italiani di ExpoitalyART eseguono una riproduzione di questo soggetto con un meccanismo unico. L’immagine viene infatti stampata più volte per prova, fino a trovare la corretta combinazione dei toni di colore. Infine, una stampante professionale a 12 colori a getto d’inchiostro, realizza una copia perfetta, che viene ricontrollata a mano e lasciata asciugare in ambienti protetti. Gli artigiani spargono un fissativo naturale per preservare la lucentezza e la nitidezza dell’immagine e provvedono a confezionare il prodotto interamente a mano.

Insieme alla riproduzione arriva un certificato di autenticità

Ogni prodotto è accompagnato da un certificato di originalità firmato dall’artigiano che ha seguito il procedimento. Apprezzata ed utilizzata oggi dai veri intenditori della qualità, le carte pregiate o le tele pittoriche hanno una tradizione antichissima. Simbolo del Made in Italy riconosciuto in tutto il mondo, questi raffinatissime stampe ripropongono soggetti inestimabili che rivivono di nuova luce.
Quando la stampa viene eseguita passa alla asciugatura che in ambienti protetti e con temperatura e umidità precise aiutano i colori a rimanere vividi e corposi. La seguente fissatura serve a mantenere i colori così come appena eseguiti per sempre. Il fissatore infatti entra direttamente in contatto con la superficie e crea una vera e propria barriera fisica tra i colori e la polvere o le intemperie.
La scelta delle cornici è poi un passo delicato e preciso di design. Il faggio, l’acero, o il ciliegio ognuno con la sua peculiarità e i suoi colori. Ma non ci sono solo elementi naturali, abbiamo anche delle cornici speciali, moderne e con brillantezza e leggerezza incredibili.
L’abbinamento delle cornici viene fatto chiaramente a seconda del soggetto. Per aiutarci nella scelta esperti d’arte e maestri di pittura eseguono dei test e ci indicano quale scelta effettuare.
Tutte le riproduzioni sono scelte e seguite da nostri artigiani italiani.

Shopping cart
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti